Intervento di Don Sergio Messina al convegno “Voci dai Mondi” (Milano, 2014) – Tema: “I difetti dello spirito si aggravano, invecchiando, come quelli del volto”.

Tra gli argomenti:

Siamo fatti di corpo, mente e spirito. Lo “sappiamo”, ma non crediamo concretamente che siano un’unica entità.

“Dai frutti si riconosce l’albero”. Se i frutti sono pace nello spirito, allora le radici dell’albero affondano nello spirito.

Se ho paura della morte, e se di fronte a un lutto sono distrutto, allora non ho fatto ancora un cammino spirituale. “Cammino spirituale” significa trovare armonia in questo mondo, non nel “mondo mentale”.

“Siate semplici come colombe ma prudenti come serpenti”. Non abbiamo colpa se abbiamo pregiudizi che ci fanno sbagliare strada, ma dobbiamo essere accorti per notarli e cambiarli.

Come si può guarire se siamo nella falsità? La verità di ciò che siamo non può essere nascosta.

Ci preoccupiamo dei segni del volto, ma essi sono espressione dei segni dello spirito. Le nostre rughe si contraggono perché ci richiamo a una nuova vita.

Gesù di Nazareth ci ha insegnato l’Eucarestia, per imparare a “farci mangiare” e non a “mangiare”.

Se tu non trovi armonia, il tuo morire diventa un peso per te e un peso per gli altri.

Quando sai che un tuo caro sta bene “di là”, cosa vuoi di più?

Siamo su questa Terra per denudarci, perché dobbiamo arrivare di là nudi.

Gli spiriti cattivi non esistono. Lo spirito è solo bene.

Non puoi conoscere gli altri se non conosci te stesso.

E’ inutile pensare che le cose dipendono da qualcun altro. Dipendono da noi.

Tocca a noi salvare Dio, non viceversa. Se nell’impotenza conserviamo la fede, la speranza e l’accettazione della vita, facciamo spazio a Dio. Per incontrare la vita totalmente, e non come la “immaginiamo”.

Non bisogna lasciare che nessuna dipendenza, di qualunque tipo, porti via l’anima.

“Siate come agnelli in mezzo ai lupi”. E se i lupi mangiano gli anelli, avete finito di soffrire.

“Non mentite mai e non fate ciò che odiate”.

Dopo la libertà, la sessualità è il dono più grande che abbiamo… e dovremmo averne rispetto.

Avere un “buon demone” dentro significa accettare la nostra fragilità e la nostra terminalità.

 

 


Enjoy the News

Ristorante offre cibo gratis ai bisognosi

A Quarrata, in provincia di Pistoia, un ristorante offre cibo gratuitamente a chi ne ha bisogno   Emanuele Innocenti, titolare del ristorante “Il Ghiottone” di Quarrata (PT) ha deciso...

Il “BookBus”: quando la biblioteca è mobile

Nasce a Polla (SA) un tipo di autobus molto particolare: si tratta del “BookBus”, la prima biblioteca mobile in Italia, ideata per incentivare la lettura   Per avvicinare le...

Anima News: Alimentazione, salute e ambiente

Quello che scegliamo di mangiare ha un impatto sociale e ambientale. Se ne è parlato martedì 24/03  a Roma, nell’evento “Alimentazione, salute e ambiente: scegliere per un futuro equo e sostenibile” con Luca Mercalli, Erica F. Poli, Vasco Merciadri e con i parlamentari del M5S. Clicca qui per vedere il video.



  • Tutti gli autori
  • Articoli e Video
  • Categorie
  • Sezioni


Angeli

Seyita’el

Dal 31 Mar al 5 Aprile

samekh-yod-teth Io guardo da dietro lo scudo, dal muro della fortezza Dal 31 marzo al 5 aprile Per chi crede ingenuamente nella reincarnazione, lo strano carattere dei Seyita’el ha una...
Seleziona un Angelo
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE